Il trauma può verificarsi quando una persona s’imbatte in un dolore fisico o soffre a causa di ferite, che mettono a rischio la vita stessa degli individui. Ci sono molte tipologie di trauma, a seconda della parte del corpo che viene colpita, e la sua intensità dipenderà dalle aree danneggiate. Se il trauma è complesso, conseguenziali arresti respiratori, shock o addirittura la morte possono verificarsi. A causa di queste conseguenze, un gruppo di ricercatori dell’Ariziona, negli Stati Uniti, hanno analizzato la relazione tra l’uso della cannabis e il trauma.

In particolare, è stata studiata la mortalità dei pazienti con traumi, dopo il loro ingresso nell’unità di terapia intensiva

[1]. Negli Stati Uniti, l’uso della cannabis, sia legale che illegale, sta diventando sempre più diffuso tra i pazienti adulti ed adolescenti con traumi. Di conseguenza, questi scenziati hanno condotto un’analisi di cinque anni (2008-2012) su pazieenti adulti con traumi che sono entrati nel registro dei traumi dell’Arizona.

Cannabis e traumi: il caso dei pazienti in terapia intensiva

Questo studio ha incluso pazienti ammessi all’unità di terapia intensiva (Intensive Care Unit – ICU) con risultati tossicologici positivi alla cannabis, mentre vennero esclusi altri pazienti positivi al rilevamento di alcol e altre sostanze. Gli esiti erano mortalità, giorni con il respiratore, terapia intensiva e lungo soggiorno in ospedale. Sono stati comparati pazienti che erano positivi all’uso della cannabis con coloro che non lo erano, utilizzando metodi differenti.

I risultati hanno mostrato che il consumo della cannabis è associato con una diminuzione del tasso di mortalità del paziente adulto con traumi, ammesso alla terapia intensiva. Diversamente da altri studi che si concentrano sugli effetti della marijuana su differenti malattie, l’obbiettivo di questa ricerca era di valutare la relazione tra il consumo di cannabis e il trauma, e la mortalità dei pazienti che soffrono di questo tipo di danni.

Nonostante il fatto che le conclusioni erano già incoraggianti, lo studio non ha preso in considerazione fattori come l’origine della cannabis, come è stata consumata, oppure i cannabinoidi e le altre sostanze che sono state ingerite dai pazienti che consumano la pianta. Per tanto è necessario investigare sulla correlazione tra la cannabis e la mortalità dei pazienti con traumi, prendendo in considerazione i fattori maggiormente associati alle proprietà della pianta di Cannabis Sativa L.

 

[1] Singer, M et alt. (2017). How Does Marijuana Effect Outcomes After Trauma in ICU Patients? A Propensity Matched AnalysisJournal of trauma and acute care surgery