Mentre il sangue scorre per tutto il corpo, viaggia attraverso i vasi sanguigni e può farlo con intensità variabile. Se il sangue circola attraverso i vasi sanguigni ad un’alta velocità, può causare un’alta pressione sanguigna ed addirittura attacchi cardiaci ed ictus.

Ci sono molti fattori o sintomi che possono causare variazioni nella pressione sanguigna, per esempio una dieta con troppo sale e poco esercizio, eccessivo consumo di alcol o stress, che possono anche essere curati con i cannabinoidi.

I principali trattamenti per l’alta pressione sanguigna includono un cambiamento nella dieta e nel regime di esercizi. Nel caso di alta pressione sanguigna a causa della storia familiare, origine etnica o età, il trattamento è solitamente condotto con medicine farmaceutiche.

Pressione sanguigna: cosa dicono gli studi sul Cannabidiolo

Molti studi hanno investigato se un trattamento naturale basato su cannabinoidi potrebbe aiutare a ridurre la pressione. In questo caso, il cannabidiolo, più comunemente conosciuto come CBD, è uno dei più notevoli cannabinoidi nella pianta di Cannabis. Il CBD è conosciuto per le sue proprietà non psicoattive, ma anche per i suoi effetti ansiolitici e la sua abilità di alleviare dolore ed infiammazione.

Un team di ricercatori ha pubblicato un articolo sul ruolo del sistema endocannabinoide e la variazione della pressione sanguigna. Dopo aver condotto numerosi studi, hanno tenuto sotto controllo la misurazione dei livelli di pressione sanguigna in ratti anestetizzati quando venne somministrata l’anandamide (un endogeno analogo al cannabinoide THC). Perciò, per un breve periodo di tempo, i ricercatori furono in grado di osservare una riduzione della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Un altro controllato studio a doppio cieco condusse un’investigazione su due gruppi di volontari sani. Ad un gruppo vennero somministrati 600 mg di CBD e all’altro il placebo. I risultati dello studio hanno mostrato che il CBD in effetti riduceva la pressione sanguigna a riposo dei volontari, comparati a coloro che prendevano placebo. Il CBD gestiva anche la riduzione della pressione sanguigna associata con un battito cardiaco aumentato.

 

Rating: 3.0/5. From 1 vote.
Please wait...