Negli ultimi decenni, la legalizzazione della cannabis per uso terapeutico è oggetto di dibattito in tutto il mondo. Nonostante in molti paesi l’uso terapeutico della cannabis si sta dimostrando efficace, alcune nazioni rimangono reticenti sull’uso medicinale di questa pianta. Un posizionamento più favorevole si ha avuto nell’ultima Assemblea Generale dell’ONU in merito all’utilizzo terapeutico della Cannabis Sativa L.

In questa linea, durante l’Assemblea delle Nazioni Unite, il Canada annunciò la sua intenzione di legalizzare la cannabis nel 2017. Con questa decisione, si unì alla lista dei paesi che hanno già legalizzato la cannabis. In America, l’Uruguay fu il primo paese ad approvare una legislazione a favore della legalizzazione della marijuana a fini commerciali e ricreativi nel 2013. A seguire nel 2014 gli stati Colorado e Washington negli Stati Uniti d’America, dove attualmente 23 paesi hanno approvato l’uso terapeutico della cannabis.

Opportunità legislativa sulla cannabis terapeutica in America Latina

Anche il Messico sta aprendo il dibattito sulla legalizzazione della cannabis. Infatti, il Governo sta utilizzando una piattaforma web di dibattito nazionale sulla marijuana e il presidente Enrique Peña Nieto approvò la regolazione della cannabis terapeutica nell’Assemblea dell’ONU sulla droga lo scorso Aprile. Ugualmente, in dicembre del 2015, la Colombia legalizzò l’uso medicinale della cannabis attraverso un decreto; in maggio, il paese si è convertito nel quarto paese dell’America Latina (dopo Uruguay, Porto Rico e Cile) dove si ha legalizzato la cannabis terapeutica, approvando un progetto di legge che autorizza la coltivazione e uso della marijuana con fini medicinali e scientifici.
Nel resto dei paesi dell’America Latina la cannabis continua ad essere illegale anche se il suo consumo è depenalizzato in Brasile, Argentina, Costa Rica, Ecuador, Messico, Perù e Venezuela. Altri paesi hanno una politica più restrittiva e il consumo ricreativo o terapeutico della marijuana è illegale; è il caso di Bolivia, Cuba, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama, Paraguay e Repubblica Dominicana.
Questi sono solo alcuni casi che presentano un cambiamento di posizione nella legalizzazione della cannabis, aprendo così le porte all’uso terapeutico della pianta di Cannabis Sativa L. Mentre che le politiche favorevoli alla cannabis si stanno espandendo in America, in Europa la situazione è diversa.

La regolazione della cannabis terapeutica in Europa

Dal 2008, la Germania concede licenze per acquistare cannabis a fini terapeutici. Tuttavia è dallo scorso maggio che la Germania ha dato il via a un progetto di legge per regolare l’uso medico della cannabis per malati gravi. In questo modo la nuova normativa beneficerà soprattutto ai pazienti con malattie croniche o terminali.

In Olanda è autorizzata la compra e il consumo di cannabis; si può realizzare in piccole quantità attraverso dei famosi coffee-shops. In questo modo, tutti i comuni dei Paesi Bassi vogliono regolare la diffusione dei coffee-shops, attualmente non permesso. In Copenaghen, Berlino e Colonia le autorità locali vogliono ugualmente promuovere questo tipo di fornitura, tramite un’alimentazione regolata. Mentre in Spagna e Svizzera le autorità regionali e locali vogliono permettere l’esistenza dei Club Sociali di Cannabis. San Sebastian è la prima regione spagnola che ha regolato i club di cannabis. Precisamente, la campagna a favore di queste associazioni hanno guadagnato importanza in Belgio, Portogallo, Francia e Regno Unito [1].  

La cannabis terapeutica in altri paesi

Nel caso della Macedonia, lo scorso dicembre hanno già redatto un progetto di legge per legalizzare la terapia con cannabis. Ora ha annunciato che definitivamente approverà l’uso della cannabis medica per quei casi di persona che soffrono di malattie gravi.

E poco a poco in diversi paesi, le diverse ricerche mediche che evidenziano il potenziale dei cannabinoidi come un’alternativa terapeutica per varie patologie croniche stanno permettendo che si sblocchi anche a livello legislativo la possibilità di continuare le ricerche mediche e/o la amministrazione regolata dalla cannabis medica.

[1] BLICKMAN, TOM. Cannabis policy reform in Europe. Series on Legislative Reform of Drug Policies No. 28 December 2014