I benefici della cannabis possono essere molto positivi per una gran quantità di patologie. La epilessia è una delle malattie che è stata maggiormente trattata con cannabinoidi. Esistono casi in tutto il mondo di persone che hanno trattato la loro epilessia con cannabis medicinale.

Attualmente, esperti in tutto il mondo stanno ricercando come la cannabis terapeutica può migliorare la vita di persone che soffrono di epilessia però anche altre patologie come il dolore cronico o la fibromalgia. Uno studio canadese pubblicato lo scorso Agosto evidenzia i benefici della cannabis in pazienti adulti con epilessia.

Lo studio  Il consumo di marijuana in adulti in terapia in una unità canadese di vigilanza per epilessia, è stato elaborato da scienziati del Dipartimento di Scienze Neurologiche Cliniche dell’Università di Western a Londra, Ontario, Canada. Gli scienziati hanno condotto una ricerca con 292 pazienti diagnosticati con epilessia (il 57,2% donne). Cn una età media di 35 anni (età compresa tra i 27 e i 49 anni), i pazienti soffrivano di attacchi di epilessia (190 casi), convulsioni epilettiche psicogene (64) o entrambe (26).

 

BENEFICI DELLA CANNABIS NEI PAZIENTI

Il 57% (166) dei pazienti hanno provato la cannabis e il 36,2% la ha consumato nell’ultimo anno. Così l’84% dei pazienti con epilessia hanno notato un miglioramento nelle loro convulsioni. Uguale che il 72,7% delle persone con convulsioni epilettiche psicogene. In entrambi i casi, la cannabis ridusse più di un 80% di stress e rispettivamente il 77,3% e l’88% migliorarono il sonno. Inoltre migliorarono un 32% e un 28% la loro memoria e concentrazione. Secondo lo studio, l’uso della cannabis portò anche a una riduzione degli effetti secondari in questi casi dei farmaci antiepilettici fino ad un 53,2% dei pazienti consumatori di cannabis.

Tra i benefici dei cannabioidi nell’epilessia si riscontra anche un effetto neuroprottetore e proprietà anti-infiammatorie.