Dal 1970, quando vennero scoperti per la prima volta i cannabinoidi e il loro potenziale terapeutico, sono stati condotti migliaia di studi scientifici sulla cannabis. In tutto il mondo, la ricerca sui benefici della cannabis e dei suoi componenti è stata intrapresa.

Anche se migliaia di studi hanno provato i benefici terapeutici della cannabis, l’uso della cannabis terapeutica rimane ancora un dibattito mondiale. Questo accade perché, nel momento in cui gli studi scientifici sulla cannabis stanno progredendo significativamente, è necessario porre fine alle opinioni politiche che stanno impedendo il progresso della ricerca riguardante i benefici della cannabis e dei loro usi terapeutici.

Al momento ci sono più di 10,000 studi scientifici sulla cannabis stessa, ma quali sono i risultati fin’ora? In quasi tutte queste investigazioni, dobbiamo enfatizzarne uno studio americano che ha presentato circa un centinaio di effetti della cannabis terapeutica. La pianta della cannabis contiene centinaia di componenti, alcuni dei quali sono ancora sconosciuti. I ricercatori, che stanno studiando la cannabis medica, stanno cercando di capire quali sono le più importanti componenti delle piante, tra cui il THC e il CBD.

Benefici medici della cannabis

In primo luogo, la ricerca ha provato che la cannabis e le sue proprietà terapeutiche è in grado di curare il dolore cronico negli adulti. Inoltre, è stato trovato che la cannabis riduce significativamente la nausea e il vomito associati alla chemioterapia, così come migliora i sintomi delle malattie come la Sclerosi Multipla.

La cannabis è efficacie per i disordini del sonno, che possono essere correlati a malattie come la Fibromialgia. Ci sono molte testimonianze che affermano che la cannabis stimola l’appetito e cura l’ansia, non solo per i sintomi di determinate malattie, ma anche per trattamenti particolari. Essa interagisce con un recettore cannabinoide nel cervello, il THC entra in contatto con il senso dell’olfatto che incrementa la stimolazione di appetito.

In conclusione, può essere confermato che la cannabis possiede vantaggi terapeutici quando si tratta di curare il dolore cronico, che non può essere migliorato con la medicina convenzionale.

No votes yet.
Please wait...