Cannabis Terapeutica e Sindromi Miste

Diversi studi clinici hanno dimostrato l’efficacia dell’uso medico dei cannabinoidi per patologie come l’epilessia, la sclerosi multipla, il cancro e altre. Inoltre sono stati ottenuti buoni risultati in casi medici più difficili da classificare come per esempio il Parkinson.

Gli effetti terapeutici dei cannabinoidi si sono rivelati efficaci in altre patologie che presentano multipli sintomi che rientrano nello spettro terapeutico del THC. Un esempio sono le situazioni di origine infiammatoria come l’artrite o le patologie che provocano spasmi muscolari come i dolori mestruali o le lesioni del midollo spinale. Infine, finalmente, si ha dimostrato l’effetto dei cannabinoidi in malattie che provocano nausea e anoressia con dolore, episodi di ansietà o incluso depressione.

Effetti dei cannabinoidi

  • Diminuiscono la reattività al dolore
  • Attivazione delle vie del sistema inibitorio discedente
  • Trattamento per il dolore oncologico
  • Trattamento per il dolore neuropatico
  • Trattamento del dolore post-operatorio

In breve

Una delle proprietà più caratteristiche dei cannabinoidi è il loro effetto analgesico. Inoltre i risultati degli studi realizzati suggeriscono che i cannabinoidi potrebbero offrire alcuni benefici come trattamento adiuvante del dolore oncologico e neuropatico.

Trattamenti per sindromi miste con cannabinoidi

L’artrite è una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni e si caratterizza, oltre ad altri sintomi, per causare dolore, rigidità e gonfiore. Diverse ricerche e studi scientifici hanno dimostrato l’effetto terapeutico dei cannabinoidi nell’artrite. In uno studio di ricerca dell’Instituto Nazionale di Neuroscienza di Tokio concluderono che trattare l’artrite con cannabinoidi “potrebbe offrire alleviamento sintomatico del dolore delle articulazioni e la infiammazione, così come la soppressione della distruzione articolare e la progressione della malattia”. [1] Inoltre, ricercatori dell’Ospedale Nazionale Reale Britannico ottennero buoni risultati in uno studio controllato nel trattamento dell’artrite con cannabinoidi. [2]

Migliaia di donne soffrono di coliche o spasmi muscolari durante le mestruazioni, così come endometriosi. In questa direzione, diverse ricerche hanno dimostrato che i cannabinoidi alleviano i sintomi della endometriosi (dolore, ansietà, fatica…). Inoltre, le ricerche indicano che il CBD riduce la infiammazione in questi casi permettendo alle donne di controllare il dolore durante le mestruazioni. [3]

Altro caso nel quale i cannabinoidi si sono dimostrati efficaci sono le lesioni del midollo spinale; studi confermano che la cannabis terapeutica può alleviare tali lesioni. In concreto, è stata dimostrata la capacità del CBD nel ridurre la spasticità in pazienti con lesioni al midollo spinale e migliorare la loro motorietà, e il THC nel migliorare altri sintomi di questa malattia come il dolore e la insonnia.

Bibliografia su cannabinoidi e sindromi miste

[1] CROXFORD AND YAMAMURA.  2005. Cannabinoids and the immune system: potential for the treatment of inflammatory diseases. Journal of Neuroimmunology 166: 3-18.

[2] BLAKE ET AL. 2006. Preliminary assessment of the efficacy, tolerability and safety of a cannabis medicine (Sativex) in the treatment of pain caused by rheumatoid arthritis. Rheumatology 45: 50-52.

[3] MIRANDA. 2015. Cannabis y endometriosis, la enfermedad del silencio

Utilizzare cannabinoidi per Sindromi Miste

PIU’ INFO

  SE SEI INTERESSATO NEL SAPERE SE PUOI INIZIARE UNA TERAPIA CON CANNABINOIDI, RICHIEDI UNA VISITA QUI

RICHIEDI VISITA

 

Altri articoli sui cannabinoidi e diverse patologie.